Il ruolo del controller

Spesso molti imprenditori equivocano su quale sia davvero il ruolo del controller in azienda. Un controllore? Una sorta di vigilante? Dove inizia la sua attivita? E dove finisce?

In realtà non esiste una definizione univoca del ruolo e dei compiti del controller aziendale, figura interna o consulente esteno che sia. Di fatto nelle diverse aziende il perimetro dell’attivià è molto variabile. Cerchiamo di capire invece quello che ogni controller dovrebbbe necessariamente fare.

[1] Supportare l’attività di pianificazione aziendale

Il controller deve effettuare una serie di analisi e di valutazioni per rendere la pianificazione aziendale credibile. Non posso pianificare di incrementare le vendite di un prodotto del 100% rispetto all’anno precedente senza una accurata valutazione degli spazi di mercato. Molto spesso la funzione del controller è proprio quella di “riportare in riga” previsioni troppo ottimistiche o, al contrario, pessimistiche.

[2] Assicurare l’affidabilità dei dati operativi raccolti

I dati operativi che vengono raccolti in azienda permettono di verificare se la pianificazione aziendale è stata efficace? Quali sono le informazioni necessarie per seguire in tempo reale l’andamento aziendale? E’ uno dei compiti chiave di ogni controller ma, la contrario, spesso nelle realtà aziendali le informazioni esistenti vengono date per definite e immutabili senza nessuna possibilità di modifica.

[3] Predisporre efficaci report per la direzione aziendale

Organizzare e strutturare un sistema di reportistica è fondamentale. La complessità è quella di riuscire a sintetizzare le moltissime informazioni in pochi elementi che diano alla direzione la percezione del problema. La difficoltà non sta nel produrre report con decine di tabelle e decine di allegati, la difficoltà sta nel sintetizzare in mezza pagina i problemi principali che si stanno avendo in un mese o trimestre.

_

Il ruolo del controller

Vincenzo Scardino

Titolare Brevia Consulting